Interior Designer: cosa fa e come diventarlo

Interior Designer

Una delle occupazioni creative più ricercate dai giovani di talento di tutto il mondo.
Scopri chi è l’Interior Designer, cosa fa e come diventarlo.

Interior Designer

CHI È L’INTERIOR DESIGNER?

Una casa ma anche il flagship store di un luxury brand, gli uffici di un’azienda oppure la lounge di un aeroporto. Gli ambienti a cui si dedica un interior designer sono tanti e non sono necessariamente confinati all’ambito domestico. Questo professionista si occupa, infatti, di progettare e sviluppare gli spazi interni, siano essi pubblici o privati, residenziali o commerciali.

Il suo è, prima di tutto, un lavoro di progettazione. Parte, dunque, dallo studio delle esigenze del committente e dell’utente finale, che in alcuni casi (per esempio una casa) coincidono. A partire da qui costruisce il progetto, comprensivo di tutti i dettagli (gli interventi da eseguire, i materiali da utilizzare, gli oggetti di arredo e di design) e, ovviamente, dei costi. Una volta ottenuta l’approvazione finale – processo che può essere più o meno lungo in funzione della complessità del lavoro e delle esigenze del committente – ne segue la realizzazione passo dopo passo sino al completamento.

L’interior designer ha tipicamente una laurea in architettura, con specializzazione in interni. Di fatto questo percorso gli consente di coniugare le hard skills (come la conoscenza delle tecniche di costruzione, di domotica e di illuminotecnica) con un know-how più prettamente artistico e creativo (per esempio storia dell’architettura, dell’arte e del design). La formazione è completata dall’approfondimento delle tematiche legislative, in quanto gli aspetti legali sono fondamentali tanto in fase di progettazione quanto durante la realizzazione dei lavori, e dei princìpi di antropometria (la scienza che studia la dimensione umana in rapporto allo spazio e alle sue funzioni).

L’interior designer è chiamato a sviluppare un forte approccio critico. Deve essere un eccellente ricercatore, analista e comunicatore. Deve essere in grado di analizzare il brief, comprendere le esigenze del cliente e tradurle in una proposta di progettazione d’interni convincente, frutto di ricerche approfondite.

L’interior designer si pone al centro di una fitta rete di rapporti. Si trova, cioè, a confrontarsi con vari interlocutori: in primo luogo il committente, quindi i fornitori e le maestranze (carpentieri, idraulici, elettricisti, etc.) che trasformano il progetto in realtà. Per questo deve avere ottime capacità di ascolto e di interlocuzione: deve sapere cogliere le esigenze (e le difficoltà) di ognuno e con ognuno saper parlare nel giusto modo, con il giusto linguaggio. È, inoltre, importante che abbia una buona propensione all’aggiornamento costante. Questo gli consentirà di conoscere le ultime tendenze di carattere estetico e di essere all’avanguardia rispetto alle evoluzioni di natura tecnica (per esempio nuovi materiali, nuove tecnologie, etc.).

L’interior designer ha una conoscenza professionale di software 2d e 3d come Adobe Suite, AutoCAD, SketchUp, Rhinoceros, 3dsMax, Blender, Revit, Lumion. Si tratta di programmi di disegno computerizzato che servono per progettare gli spazi e realizzare rendering. Inoltre, utilizza quotidianamente altri applicativi dedicati a specifiche tipologie di ambiente.

L’interior designer può lavorare come dipendente in aziende nel settore dell’arredamento (produttrici o distributrici di mobili, di finiture d’interni o di sanitari) oppure in studi professionali di design o di architettura. In questo caso la sua retribuzione dipende da due ordini di fattori: da un lato il suo livello professionale (anni di esperienza, livello di autonomia, tipo di mansioni svolte) e dall’altro lato le caratteristiche della realtà in cui opera (dimensioni, core business, location, etc.). In alternativa, può optare per la libera professione, puntando a sviluppare un proprio portafoglio di clienti.

Il Master in Interior & Living Design di Domus Academy si rivolge ai laureati e/o professionisti nel campo dell’interior design, product design, in ambito architettonico, ingegneristico, delle arti visive o di altre discipline correlate al campo di studio.

In Domus Academy, è possibile conseguire un Master Accademico oppure un Double Award Master. Il Master Accademico (60 ECTS), con un programma sviluppato in 5 moduli, uno stage curriculare e un workshop finale di progetto, permette di conseguire un titolo di studio accreditato dal Ministero dell’Università e della Ricerca (MUR), oltre ad un Master Diploma rilasciato da Domus Academy. Con il Double Award Master (90 ECTS), gli studenti hanno, invece, la possibilità di integrare il percorso di studi composto da 5 moduli, stage curriculare e workshop finale di progetto, con lezioni aggiuntive e una più approfondita tesi progettuale individuale. Il Double Award Master permette di ottenere un Master Accademico riconosciuto dal MUR e, in aggiunta, un Master of Arts ufficialmente riconosciuto dal sistema britannico (Privy Council) e rilasciato da Regent’s University London.

Il Master in Interior & Living Design di Domus Academy si configura come un percorso multidisciplinare con un approccio che indaga nuovi scenari di interior design ed esplora nuove idee ed opportunità di innovazione. Il Master consente di dare risposte visionarie alle esigenze e alle aspirazioni del mondo reale, tramite il confronto con la cultura e la società dei giorni nostri. L’interior designer è incoraggiato ad ampliare i propri orizzonti e a sviluppare un approccio creativo all’innovazione, attraverso l’uso di tecnologie emergenti e l’osservazione di nuove prospettive. L’interior designer ha la possibilità di formarsi in un contesto dallo spirito fortemente innovativo, che trae origine dall’impronta visionaria dei padri fondatori di Domus Academy, e che promuove un approccio “Learning by Designing”, per sviluppare nuove idee, attraverso l’interpretazione del presente e l’esplorazione degli scenari futuri possibili.

Le materie del Master in Interior & Living Design di Domus Academy comprendono i corsi teorici in Design Culture, Design Formation, Personal Branding Portfolio e Professional Accelerator Activities. I workshop in Design of Spaces e Envisioning e un elective workshop a scelta tra Advanced Design & Processes, Identity Design, Urban & Landscape Design, Architectural Design e Retail & Visual Merchandising.

Il Master in Interior & Living Design di Domus Academy studia tutte le massime potenzialità dei progetti di Interior Design, focalizzando l’attenzione su soluzioni innovative ed avanzate in collaborazione con l’industria del design. Per far fronte alle esigenze progettuali del futuro, gli studenti apprendono ad esercitare il pensiero critico secondo una metodologia basata sul problem-setting e su un approccio cross-disciplinare. Le esperienze multiculturali e interdisciplinari che gli studenti vivono durante il loro master ne arricchiscono il bagaglio professionale permettendo loro di costruire una futura rete di contatti professionali a Milano e nel contesto internazionale.

Il Master in Interior & Living Design di Domus Academy forma una nuova figura professionale in grado di coniugare competenze tecniche e di design con capacità strategiche: un nuovo professionista consapevole del legame che lo spazio crea nella nostra mente, attento ai processi e ai tempi di gestione del progetto, con opportunità di percorsi di carriera in innumerevoli ambiti: studi di architettura, retail, alberghiero, mostre/eventi, illuminazione.

RICHIEDI INFO KIT
Contattaci per saperne di più sui nostri corsi Postgraduate, le procedure di ammissione, le strutture del campus e le borse di studio. Compila il breve form.