Skip to main content
Stai visualizzando la versione notturna del sito Domus Academy, i contenuti sono gli stessi HO CAPITO
Data 19.02.2015
Categorie
Condividi

“What’s new in traditional landscape”

Workshop

Progetto: Adaptive Landscapes

di Omar Qubain, Parichat Pattanapromchai

Workshop incentrato sulla relazione tra uomo e paesaggio, e in particolare sull’equilibrio tra adattamento e conservazione.
E’ stato analizzato il territorio di Castelnuovo Berardenga, un insediamento tradizionale alle porte di Siena, al centro di un mondo rurale di fama mondiale: la regione del Chianti in Italia.
L’obiettivo finale, perseguito attraverso un dialogo continuo con l’amministrazione locale, è stata l’indagine delle possibili strategie di evoluzione della regione, considerando i principali fattori che influenzano le trasformazioni del paesaggio contemporaneo: il turismo di massa, le reti infrastrutturali e residenziali, e la spinta commerciale dovuta alla piena espansione del settore agricolo.

Project Leader: Andrea Vercellotti

 

Progetto: Reorganizing residence

di Olesia Saraeva, Ecenur Yesildag

Obiettivo principale del progetto è quello di trovare una soluzione per creare nuove unità residenziali nel paese di Castelnuovo. Abbiamo valutato tre differenti tipologie di residenze che amplieranno l’area del paese creando nuovi posti per vivere. La nostra prima proposta è “to set”, ossia costruire un confine tra la parte interna ed esterna del paese. La seconda proposta è “to duplicate”, ossia utilizzare le vecchie tipologie di case come prototipi per costruirne di nuove. La proposta finale è “to infill”, riutilizzare gli edifici abbandonati dandogli così una seconda vita.

Project Leader: Andrea Vercellotti

 

Progetto: Shopping with landscape

di Julian Alexander Yi-Chun, Chen Anna Larina

Il workshop affronterà uno degli aspetti più importanti del design contemporaneo: la relazione tra l’uomo e il paesaggio, dal punto di vista dell’equilibrio tra adattamento e conservazione. Il campo della nostra ricerca è il paese di Castelnuovo Berardenga e il suo territorio, un insediamento tradizionale alle porte di Siena, al centro di una delle zone rurali più famose del mondo, il Chianti. In questo sito la relazione tra la geografia, la storia e l’economia ha dato vita a un paesaggio unico, ancora conservato e vivo perché ancora attivi sono i motivi della sua formazione. All’interno di un contesto di rara integrità e grande valore ambientale, le domande sono: la trasformazione è possibile o qualsiasi tipo di alterazione è dannoso per la “bellezza del paesaggio”? Come possiamo reagire alle richieste della vita moderna per inserire un nuovo elemento o riadattarne uno esistente? Quali sono gli strumenti per conciliare trasformazione e conservazione? Come possiamo salvare il paesaggio senza congelarlo? L’obiettivo finale, guidato da un dialogo continuo con l’amministrazione locale, è quello di indagare le possibili strategie di evoluzione della regione, considerando i principali fattori che influenzano le trasformazioni del paesaggio contemporaneo: il turismo di massa, le reti infrastrutturali, residenziali e commerciali e la pressione dell’evoluzione nell’agricoltura e nell’agroindustria.
L’obiettivo del progetto è quello di dimostrare come alcuni micro interventi possano migliorare il sistema economico locale.

Project Leader: Andrea Vercellotti

 

Progetto: Villa Chigi Saracini foundation

di Sofya Dolgaya, Guillermo Colina Hernandez

La Villa Chigi Saracini è situata nel paese di Castelnuovo Berardega nei pressi di Siena, in Toscana. L’idea principale del progetto è quella di trasformare la Villa in una fondazione che possa ospitare studenti provenienti da tutto il mondo e fornire gli spazi necessari alla ricerca e allo sviluppo di progetti. Allo stesso tempo, gli spazi pubblici della Villa resterebbero aperti al pubblico, agli artisti e ad eventi culturali durante tutto il corso dell’anno. La strategia è divisa in quattro step: l’apertura del giardino al pubblico; gli interventi specifici all’interno della Villa; una necessaria ricerca demografica e sociologica.

Project Leader: Andrea Vercellotti