Skip to main content
Stai visualizzando la versione notturna del sito Domus Academy, i contenuti sono gli stessi HO CAPITO
Data 21.01.2015
Condividi

Manfredo di Robilant

Manfredo di Robilant

Manfredo di Robilant è un architetto e studioso di storia dell’architettura moderna. E ‘stato ricercatore alla 14° Biennale di Architettura di Venezia, e nel 2012 è stato Visiting Scholar presso la CCA Montréal dopo aver completato un post-dottorato al Politecnico di Torino, da cui ha conseguito un Ph.D. in storia dell’architettura moderna. Ha insegnato presso il Politecnico di Torino e di Milano, la Scuola Samfox a St. Louis, l’Università di Brema, la Harvard Studio di Rotterdam, l’Università della Tessaglia. E ‘stato assistente del direttore del mensile “Il Giornale dell’Architettura» e ha scritto per “Domus”, “Log”, “Arch +”, “Baumeister”, “World Architecture”. Tra le sue recenti pubblicazioni, i libri dedicati al ceiling and window (Marsilio e Rizzoli International, 2014) un progetto di ricerca di elementi architettonici per la 14 ° Biennale di Architettura di Venezia (con Rem Koolhaas, AMO, Harvard GSD). Tra i suoi scritti, Das Wohnhaus als Puppenhaus. Der Blick von oben in US-amerikanische Wohnarchitekturen, in Wohnen Zeigen (Transcript Verlag, 2014), Looking up. Nationalism and internationalism in ceilings 1850-2000, in Nationalism and Architecture (Ashgate, 2012), La memoria ricorrente. Bibliografia parziale di un termine sensibile, in L’architettura della memoria in Italia, 1750-1939, (Skira, 2007), La tecnica e il disincanto. Carlo Mollino docente 1949-1973, in Carlo Mollino Architetto, (Electa, 2006). Ha curato la versione italiana degli scritti di Werner Oechslin, Le radici Tedesche dell’architettura moderna, (Allemandi, 2008) e Rem Koolhaas, Singapore Songlines. Ritratto di una metropoli Potemkin (Quodlibet, 2010). Ha recentemente completato “Urban house with big window” pubblicato da “Architectural Record”, “The Architects Newspaper”, “Domus”, “Dezeen”.